Indice > Biblioteca umanistica > Lettere > Fondo Sestan, [Ernesto]


Fondo Sestan, [Ernesto]

Lasciato in eredità da Ernesto Sestan all’allievo Prof. Giovanni Cherubini, il Fondo è stato da questi donato nel 2010 alla Biblioteca Umanistica e collocato nel pozzo della sede di Lettere. E’ costituito da circa 4.500 miscellanee che comprendono estratti da periodici e monografie, conservate in contenitori di tre diversi formati. E’ un materiale che viene ad arricchire la Biblioteca per l’ampio spettro tematico che raccoglie: in prevalenza saggi di storia europea che abbracciano tutto il periodo dall’Alto Medioevo fino al 20. secolo, e anche studi di storiografia, geografia, diritto, linguistica, letteratura. In particolare, una cospicua parte è occupata da documenti sul Risorgimento e sull’irredentismo italiano. Il valore del Fondo è accresciuto dalla presenza, nella maggioranza delle miscellanee, di dediche autografe di noti studiosi del Novecento, tutte indirizzate a Ernesto Sestan.
Ancora in corso di catalogazione, si trova in discreto stato di conservazione. La lettura è ammessa solo in sede (per la parte finora disponibile), e la riproduzione solo per fotografia.
Ernesto Sestan (1898-1986): professore di storia medievale e moderna. Nato a Trento da famiglia di origini istriane, si laureò in storia medievale a Firenze con Gaetano Salvemini. Negli anni Trenta del secolo scorso fu redattore per la storia all’Enciclopedia Italiana (a stretto contatto con Gioacchino Volpe) e poi segretario alla Reale Accademia d’Italia. Fu anche redattore della Rivista Storica Italiana fino al dopoguerra. Nel 1948 divenne professore universitario ricoprendo la cattedra prima a Cagliari, poi a Pisa e infine a Firenze. In quest’ultima città fu anche preside della Facoltà di Lettere e Filosofia. Mantenne inoltre l’incarico di direttore dell’Archivio Storico Italiano fino alla morte.

Indice > Biblioteca umanistica > Lettere > Fondo Sestan, [Ernesto]