immagine libro




(Cliccare su ogni immagine per ingrandirla)

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > Lucensis civitatis statuta


Lucensis civitatis statuta
(1539)

Lucensis ciuitatis statuta nuperrime castigata et quam accuratissime impressa.
Lucae, per I. B. Phaellum, 1539.
In fol.

La compilazione di questo statuto, che si basa sul testo del 1446 con le riformagioni del 13 e 17 settembre 1527, si protrasse fino al 1538. Poiché a quel tempo a Lucca non esisteva alcuno stampatore, il comune chiamò in città il tipografo bolognese Giovanni Faello, che pubblicò gli statuti sotto la vigilanza di uno speciale ufficio. Faello diede alle stampe nello stesso anno anche la traduzione volgare (v. Gli statuti della città di Lucca), a cura di

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > Lucensis civitatis statuta