immagine libro




(Cliccare su ogni immagine per ingrandirla)

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > Collezione completa dei moderni codici civili degli stati d'Italia


Collezione completa dei moderni codici civili degli stati d'Italia
(1845)

Collezione completa dei moderni codici civili degli stati d'Italia secondo l'ordine cronologico della loro pubblicazione contenente il codice civile del cessato Regno d'Italia; il codice civile generale austriaco pel Regno lombardo-veneto; il codice pel Regno delle due Sicilie, parte 1., leggi civili; il codice civile per gli stati di Parma, Piacenza e Guastalla; il codice civile della Repubblica e cantone del Ticino; il codice civile per gli stati del re di Sardegna; le leggi civili per l'isola di Sardegna; aggiuntivi il codice estense, ossia codice di leggi e costituzioni pel Ducato di Modena, nelle parti relative alla materie civili; leggi portanti modificazioni od aggiunte al codice estense; il regolamento legislativo e giudiziario, parte 1., della legislazione civile per gli stati pontificii; le leggi relative a materie di diritto civile pubblicate nel Gran Ducato di Toscana dal 1814 al 1844; le leggi civili pubblicate nel Ducato di Lucca dal 1814 al 1844.
Torino, Libreria della Minerva subalpina di PP. Giuseppe Vaccarino, 1845.
XIV, 949 p., 24 cm.

Collezione di 'codici' nel senso moderno: non raccolte di leggi sparse, ma compilazioni legislative organiche, materia per materia, e senza più bisogno d'integrazione col diritto romano. 'Civili' nel senso moderno: opposto non solo al canonico e al naturale, ma anche al penale, al commerciale, ecc. Il 'cessato Regno d'Italia' è quello napoleonico. I codici elencati sono il codice del 1806, traduzione del Code Napoléon del 1804, estesa anche al Regno di Napoli e al Principato di Lucca (qui rimasta

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > Collezione completa dei moderni codici civili degli stati d'Italia