immagine libro

immagine libro

immagine libro




(Cliccare su ogni immagine per ingrandirla)

Indice > Le Scienze > Zoologia > Il canto de gl'augelli


Il canto de gl'augelli
(1601)
Valli, Antonio

Il canto de gl'augelli, opera noua di Antonio Valli da Todi, doue si dichiara la natura di sessanta sorte di vcelli, che cantano per esperienza, e diligenza fatta più volte. Con il modo di pigliarli con facilità, & alleuarli, cibarli, domesticarli, ammaestrarli e guarirli delle infermità, che à detti possono succedere. Con le loro figure, & vinti sorte di caccie, cauate dal naturale da Antonio Tempesti ...
In Roma, per gli heredi di Nicolò Mutij, 1601.
In 4?.

Provenienza: Museo di Fisica e Storia Naturale, poi Istituto di Zoologia. Più che per il valore scientifico, l'opera si segnala per il pregio e la ricchezza dell'apparato iconografico, costituito da oltre 60 incisioni, opera del grande artista fiorentino Antonio Tempesta.

Indice > Le Scienze > Zoologia > Il canto de gl'augelli