immagine libro




(Cliccare su ogni immagine per ingrandirla)

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > D. Andreae Iserniensis In usus feudorum commentaria


D. Andreae Iserniensis In usus feudorum commentaria
(1571)
Andrea d'Isernia

D. Andreae Iserniensis In vsus feudorum commentaria. Praeclarissimis D. Nardi Liparuli I.V.D. acutissimi explicationibus nunc primum illustrata, cum infinitorum prope locorum castigationibus. Multa insuper, ac quasi innumerabilia addita sunt: qua omnia, vel ipsorum pars maior ad feuda pertinet.
Neapoli, 1571 (colophon: Neapoli, in aedibus D. Nardi Liparuli, 1571 mense Decembri).
In fol.

Usus feudorum, o Consuetudines feudorum, o Libri feudorum: si tratta di una raccolta di norme eterogenee (leggi imperiali, decisioni giudiziali, formule, ecc.) in materia di feudi, messa insieme in redazioni diverse nei sec. XII-XIII e pubblicata in appendice a molte edizioni del Corpus iuris civilis, che comunemente non reca il commento d'Andrea d'Isernia. Questi fu giudice e professore a Napoli (m. 1316), e commentò anche le Costituzioni di Federico II e vari titoli del Codice e del Digesto. Il volume reca l' ex libris di Giuseppe Maria Lorenzo Casaregi (1670-1737), genovese, uno dei fondatori del diritto commerciale moderno, che visse a Firenze come giudice della rota gli ultimi venti anni.

Indice > Le Scienze sociali > Breve itinerario tra i libri giuridici > D. Andreae Iserniensis In usus feudorum commentaria